You have now logged off

Login
Dengue

DENGUE

La Dengue è una malattia infettiva che si trasmette attraverso la puntura delle zanzare e che colpisce tutti: neonati, bambini e adulti. Una persona infetta dal virus dengue manifesta principalmente sintomi simil-influenzali.

Indice


Cos'è la Dengue e quali sono i sintomi?

Malattia infettiva che si trasmette attraverso la puntura di zanzare del genere Aedes (soprattutto Aedes aegypti), la dengue, è una malattia febbrile che può colpire neonati, bambini e adulti. Le sintomatologie compaiono nei soggetti infetti dai 3 ai 14 giorni dopo la puntura.
Esistono 4 sierotipi distinti, correlati del virus DEN-1, DEN-2, DEN-3 e DEN-4, che appartengono al genere Flavivirus, famiglia Flaviviridae. All’interno di ogni singolo sierotipo sono stati identificati genotipi differenti, evidenziando così l'ampia variabilità genetica dei sierotipi dengue. I genotipi che spesso sono associati alla forma più grave di malattia sono quelli "Asiatici", che sono spesso collegati a infezioni secondarie.

I sintomi simil-influenzali della dengue sono:

  • febbre lieve fino a febbre alta invalidante
  • forte mal di testa
  • dolore dietro agli occhi
  • dolori muscolari e articolari
  • rush cutaneo

Le caratteristiche cliniche della Dengue variano a seconda dell'età del paziente.

La dengue grave è quella potenzialmente letale (è conosciuta come febbre emorragica dengue); questa colpisce i Paesi dell'Asia (tra i Paesi a rischio per la Dengue troviamo infatti le Filippine, il Vietnam e la Thailandia) e l'America latina (Argentina, Cuba e Brasile sono altri Paesi molto colpiti dalla Dengue).
Proprio in queste aree del mondo la dengue è diventata una delle principali cause di ricovero ospedaliero e di morte tra i bambini e gli adulti.

Come si diffonde la Dengue?

Come già accennato, il virus è trasmesso alle persone attraverso la puntura di zanzare del genere Aedes e non direttamente da persona a persona.

Le persone infette sintomatiche o asintomatiche, che fungono da serbatoio e amplificatore del virus, possono essere trasmettitori dell’infezione per 4-5 giorni, per un massimo di 12 giorni. Vista l’esistenza di diversi sierotipi, dopo un’avvenuta infezione, il soggetto sarà, per tutta la vita, protetto solo da quello specifico sierotipo. Si riscontra solo parzialmente e momentaneamente un’immunità crociata verso gli altri sierotipi. In caso di una nuova infezione aumenterà il rischio di sviluppare una forma grave della malattia.

Come posso proteggermi dalla Dengue?

Attualmente l'unico metodo per il controllo o la prevenzione della trasmissione del virus della dengue è quello di combattere efficacemente le zanzare vettore.

La trasmissione vettoriale viene ridotta mediante l’utilizzo o la combinazione dei seguenti metodi:

  • gestione ambientale (comprensivo di smaltimento rifiuti)
  • Svuotamento, eliminazione e copertura di contenitori che possono riempirsi di acqua (per evitare l’accesso a zanzare che depongono uova e ovaiole)
  • lotta chimica
  • controllo biologico

La vaccinazione è prevista solo nelle aree endemiche.

Bibliografia essenziale

Ministero della Salute:
http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=215&area=Malattie_trasmesse_da_vettori
(ultimo accesso in data 14/12/2020)

Ministero della Salute:
www.salute.gov.it/portale/malattieInfettive/dettaglioSchedeMalattieInfettive.jsp?lingua=italiano&id=215&area=Malattie%20infettive&menu=indiceAZ&tab=1
(ultimo accesso in data 14/12/2020)